Indice Disinformazione e Covid-19: IL virus dell’odio verso l’altro introduzione Disinformazione nell’era digitale Quando l’emozione diviene mezzo di controllo



Download 231.58 Kb.
Page1/7
Date16.06.2022
Size231.58 Kb.
#59017
  1   2   3   4   5   6   7
Tesina politica internazionale



Indice




Disinformazione e Covid-19: il virus dell’odio verso l’altro 1
Introduzione 1
1.1Disinformazione nell’era digitale 3
1.2 Quando l’emozione diviene mezzo di controllo 6
1.3 Il migrante come capro espiatorio 9
1.4 Lo sfruttamento della triade del timore 12
1.5 Verso un futuro migliore 18
Bibliografia e sitografia: 22

Disinformazione e Covid-19: il virus dell’odio verso l’altro



Introduzione

Le ricerche per questo elaborato sono state compiute tra i mesi di gennaio e febbraio del 2021. Si è scelto di rendere parte integrante del documento la dinamica sociale e politica seguita alla diffusione del Coronavirus. Un virus che, come apprenderemo, ha fatto sì che la già difficile accoglienza dei migranti sul suolo italiano (e non) divenisse sempre meno voluta ed accettata. Non è stato di certo semplice scegliere su cosa basare un approfondimento della questione migratoria, la quale è, ancora ad oggi, così strutturalmente complessa e così poco e mal conosciuta. Ma proprio da questa mancata o errata conoscenza è nata l’idea che è alla base di questo lavoro. Questo perché si crede fermamente che sia impossibile comprendere l’attuale situazione della componente della nostra società costituita dai migranti se prima non si analizzano le modalità per mezzo della quale le notizie che la concernono ci arrivano. Quanto appena detto vale soprattutto nei momenti di crisi, come è stato e come è ancora ad oggi quello legato alla pandemia da Covid-19. Si invita poi a riflettere su quante sono le volte in cui ci si è fermati a soppesare la veridicità e l’eticità delle notizie concernenti i migranti di cui si fruisce giornalmente, che sia distrattamente su Facebook, tramite un articolo sul Web o ancora alla televisione. È giunto il momento di riconoscere il peso delle azioni dei media su di un’opinione pubblica che ci appare sempre più insofferente, stanca, sfiduciata e irrimediabilmente chiusa in se stessa. Questa è solo una piccola goccia in un mare di odio, di discriminazione, di cattiva informazione. Ma, in fondo, occorre pur cominciare da qualche parte per rendere il nostro futuro migliore. Per dare vita ad un futuro in cui l’inclusività di colui o colei che arriva nel nostro Paese sia pienamente voluta e realizzata e in cui l’integrazione non sia soltanto un felice traguardo raggiunto da pochi.



    1. Download 231.58 Kb.

      Share with your friends:
  1   2   3   4   5   6   7




The database is protected by copyright ©ininet.org 2022
send message

    Main page